L’insegnamento dei valori umani per la crescita personale-Relazione di M. Gabriella Lavorgna

L’insegnamento
E’ la trasmissione di conoscenze e di esperienze con cui si istruisce qualcuno in una disciplina o, più in generale, attraverso la quale si forniscono stimoli alla crescita psicologica e intellettuale della persona.
Sinonimo e strumento di insegnamento e’ l’ Educazione.
Un permanente processo di educazione esige programmi educativi che promuovano la ‘cultura della vita’, incluso il rispetto per la dignità umana, l’armonia, la pace, la giustizia e i diritti umani,. Non si può sognare un’era di pace senza assumere l’esigenza di costruire comunità caratterizzate dallo spirito di servizio e dalla condivisione delle risorse. “Una delle finalità principali dell’educazione è la formazione di un uomo , che abbia cioè fiducia in sé e negli altri; che sappia intervenire in modo creativo e personale nella realtà che lo circonda per modificarla nel senso dell’umano; che si impegni a risolvere attivamente i conflitti senza violenze e prevaricazioni, ma facendo leva sulle risorse costruttive già presenti, sviluppandone altre; che sappia operare nel quotidiano con collegamenti più ampi nella dimensione mondiale, che sia sempre alla ricerca della verità senza darla per scontata o rivendicandone l’esclusivo possesso. Per insopprimibile dimensione etico- politica, l’educazione è sempre, al contempo, educazione al cambiamento e alla giustizia, alla solidarietà e alla convivialità planetaria delle culture e dei popoli”.
Agli educatori quindi che danno e preservano la vita ai giovani, che ereditano un mondo profondamente perturbato, il compito di un rinnovamento eco-spirituale. L’obiettivo è la crescita personale, spirituale ed evolutiva che ciascuno realizza con strumenti che gli sono appropriati, operando con impegno etico e creativo in tutti gli ambiti della vita sociale, culturale e politica per:
-favorire una presa di coscienza delle cause profonde della distruzione progressiva della biosfera e dell’armonia nella vita umana; di propagare una filosofia eco-spirituale che inserisca l’essere umano nella centralità dell’universo, lo riunisca agli altri esseri umani al di là delle barriere religiose e sociali; di suscitare l’adesione a uno sviluppo diverso che rechi speranza ad ogni èssere umano, in tutti gli aspetti della sua vita e dove ognuno possa contribuire con la sua forza creatrice.
– per dare un senso eco-sociale in modo da realizzare i diritti fondamentali di tutti gli uomini e di tutte le minoranze e di proteggere, attraverso leggi rigorose, la natura, l’acqua, l’aria, le piante e gli animali.
-Per elaborare teorie economiche dove la razionalità umana e ecologica prevalga sulle cieche “leggi” del mercato, del profitto e della crescita economica illimitata.
-Per sviluppare la ricerca ecologica e di inventare tecniche che rispettino la vita, le leggi sistemiche che la regolano, privilegiando le molteplici forme di energia solare, , i prodotti biodegradabili o riciclabili e di produrre alimenti esenti da residui chimici.
-per sviluppare una medicina che non consideri il corpo umano come un ricettacolo di prodotti chimici ma di risvegliare nei pazienti il senso di responsabilità nei confronti della loro salute, richiamando la loro attenzione sulle cause e non solo sui sintomi delle loro malattie, mettendo in relazione il proprio stile di vita e salute in connessione corpo-mente-spirito;
-Per realizzare ambienti abitativi che siano favorevoli allo sviluppo delle relazioni sociali e alla convivenza delle diverse classi d’età, affinché gli anziani ritrovino la loro utilità sociale, la loro dignità e la gioia di assistere ai giochi dei bambini;
-Per sviluppare un’educazione alla Pace affinchè venga inserito nella scuola pubblica , come materia di studio ,l’insegnamento dei Valori Umani e l’approfondimento delle differenti tradizioni religiose e spirituali ,appartenenti a tutto il genere Umano , al fine di risvegliare la consapevolezza della centralità dell’Essere”, quale emanazione di un’unica matrice che è l’Assoluto;
-Ed infine per considerare la loro capacità di lavoro come Servizio alla Comunità, che permetta lo sviluppo della qualità della vita, essendo questa meta più importante dell’aspirazione alla ricchezza materiale e al potere.

Maria Gabriella Lavorgna Pres.Fondazione Mandir della Pace-www.shantimandir.eu

shantij

Vedi Curriculum vitae