Natale: quando la Divinità discende..di Padre Ugada

15 dicembre 2006
Una Storia mai raccontata sul Natale
All’ inizio era la Parola,
E la Parola era con Dio,
E la Parola era Dio
E la Parola divenne carne
E fu con noi Piena di Gloria e Verità
Tutte le cose furono fatte e vennero in esistenza tramite Lui
e senza di Lui neppure una cosa fu fatta, che sia venuta ad esistere
Egli venne nel mondo, e sebbene il mondo fosse stato fatto
attraverso di Lui, il mondo non Lo riconobbe
Ma a coloro che Lo ricevettero e Gli dettero il benvenuto
Egli conferì l’Autorità di realizzare la propria Divinità interiore
Questo splendido prologo di Giovanni descrive il fenomeno Divino per cui la Coscienza Cosmica Senza Forma decide di assumere una forma e dimorare fra noi.

UNIVERSALITÀ DELLE INCARNAZIONI DIVINE
A volte i cristiani pensano: ‘Gesù è il migliore’; ed i musulmani: “Allah è il più grande’; in quanto agli indù, essi asseriscono: “Krishna è il Supremo”. Ma se indaghiamo sulle concezioni delle Incarnazioni Divine nelle diverse epoche, la loro somiglianza ed universalità ci rivela che Gesù, Allah, Krishna etc. sono solo nomi con cui noi chiamiamo la stessa indivisa ‘Realtà’ che assume forme differenti in epoche diverse ed in diverse culture.

Sri Sathya Sai Baba

shantij

Vedi Curriculum vitae